Give PNG a chance!

È da un po' di tempo che voglio aggiornare il sito con un nuovo articolo, diciamo che ne ho tipo 3 in preparazione, ma ci sto mettendo una vita. Così, in maniera quasi sincronica, mi è capitato di leggerne uno particolarmente interessante, considerato anche il precedente articolo da me realizzato sull'argomento, ho quindi chiesto il permesso di tradurlo ed eccovelo in italiano (sperando di non deludervi per la mia scarsa conoscenza della lingua - italiana, chiaramente).

Date a PNG una speranza!

La maggior parte delle persone sono generalmente intimorite dall'uso del formato PNG, in quanto pensano che:

  1. non funzioni su tutti i browser, o
  2. la dimensione del file sia maggiore delle GIF

Nonostante ci sia un po' di verità in queste affermazioni, queste sono generalmente false. Ma prima di parlarne, una piccola introduzione su cos'è PNG8 e perché è figo.

Compilatevi il vostro Kernel!

Intraprendo la scrittura di questa guida al puro scopo di cercare di aiutare qualcuno in un'operazione che normalmente risulta ostica ed incomprensibile, in particolar dovrebbe risultare adatta:

  • a chi sta installando Gentoo
  • a chi, più in generale, deve modificare la configurazione del kernel o necessita di una soluzione ad hoc rispetto a quelle fornite dai formati binari

Per ovvi motivi non è scopo di questo articolo coprire argomenti come il funzionamento della compilazione, i comandi base di un sistema GNU/Linux, il fatto che tutto sotto GNU/Linux è un file, invece cercherà di fornire un approccio a basso livello alla compilazione e configurazione del kernel, che possa funzionare in qualsiasi situazione.

Profumo di incertezze

The Great Escape: © ukaaaThe Great Escape © ukaaaRecentemente parlavo della piaga qual è Internet Explorer 6, che continua a perseguitare i webdesigner di tutto il mondo. Questo chiaramente è un mostro del passato, ma, e qui è d'obbligo restare sull'ipotetico, forse peggiori ne arriveranno.
Giusto per ricapitolare: la versione 6 ha fatto in modo che i suoi bug diventassero gli standard, costringendo (tutt'ora) gli sviluppatori a magie incredibili per riuscire ad adattare i propri contenuti a questo software, adattando al di fuori di ogni standard, il markup HTML e il codice JavaScript.

Uccidere Explorer 6. Missione impossibile?

L'inizio dell'anno, per chi si dedica alla realizzazione di siti web, è stato costellato di promettenti post che chiedono, pregano, imprecano affinché Explorer 6 muoia.
Questo browser è l'ultimo della stirpe generata dalla prima guerra dei browser combattuta tra Microsoft e Netscape all'inizio della storia di Internet, e rilasciato nel 2001.

Pages